iten

SEMIAMI piantami

  • Buphthalmum salicifolium L. – ASTEROIDE SALICINA

    Info

    il nome del genere deriva dal greco e significa “occhio di bue”, per la forma tonda del capolino. Invece il nome della specie richiama il fatto che le foglie risultano essere molto simili a quelle del salice.

  • Teucrium scorodonia L. – Camedrio Scorodonia

    Info

    il nome del genere si riferisce a Teucro, re di Troia, il quale scoprì per primo le proprietà medicinali di alcune piante appartenenti a questo genere. Invece il nome della specie deriva dal termine greco “skòrodon” che significa aglio, per il suo odore acre e intenso.

  • Betonica officinalis (L.) Trevis – Erba betonica

    Info

    secondo la medicina popolare questa pianta presenta proprietà medicinali astringenti, digestive, anti cefaliche e sedative in generale.

  • Scabiosa columbaria L. – Vedovina selvatica

    Info

    è una pianta ornamentale, mellifera e possiede proprietà curative. Il nome del genere deriva dal fatto che in antichità si riteneva che tale pianta potesse curare la scabbia.

  • Leucanthemum vulgare (Vaill.) Lam – Margherita comune

    Info

    l’utilizzo di questo fiore è molto antico, si hanno testimonianze che risalgono al periodo egizio (4000 A.C) dove tra le decorazioni sui vasi compaiono le margherite. Una usanza popolare di origine celtica, ancora molto diffusa, è quella di determinare se un evento futuro può avere un andamento positivo o negativo, andando a strappare a uno a uno i petali.

  • Campanula rapunculoides L. – Campanula serpeggiante

    Info

    l’etimologia del termine “Campanula” deriva dal latino e fa riferimento alla forma a campana del fiore

  • Viscaria vulgaris Bernh. – Crotonella viscaria

    Info

    il nome del genere deriva dal greco “lýchnos”, lampada: gli steli di queste piante erano impiegati per formare degli stoppini alle lucerne. Il nome potrebbe però riferirsi anche alla forma del calice o della capsula. La viscosità dei fusti ha probabilmente la funzione di impedire alle formiche l’accesso ai fiori per non ‘rubarne’ il nettare destinato agli insetti pronubi.

  • Allium angolosum L. – Aglio angoloso

    Info

    il termine Allium sembrerebbe avere origini celtiche e significhi “bruciante” in riferimento al forte odore acre e pungente della pianta

  • Orlaya grandiflora (L.) Hoffm. / Lappola bianca

    Info

    La Lappola bianca ha meravigliosi, grandi fiori bianco puro che ricordano un pizzo delicato, da cui il nome inglese “white laceflower” (letteralmente, fiore-merletto bianco).

  • Dianthus carthusianorum L. / Garofano dei Certosini

    Info

    Questo garofano ha dei fiori di un colore fucsia molto intenso e brillante.

  • Lychnis viscaria L. / Crotonella viscaria

    Info

    Il nome di questa pianta deriva dal greco “lýchnos”, lampada: gli steli di queste piante erano impiegati per formare degli stoppini alle lucerne. Il nome potrebbe però riferirsi anche alla forma del calice o della capsula.

  • Achillea tomentosa L. / Millefoglio giallo

    Info

    Questa piccola pianta dai fiori gialli deve il suo nome all’eroe greco Achille.

  • Iris sibirica L. / Giaggiolo siberiano

    Info

    Iris deriva dal nome greco dell’arcobaleno, per i colori vivaci e vari dei fiori di questo genere; è stato utilizzato per secoli come simbolo di regalità.

  • Aquilegia atrata W. D. J. Koch / Aquilegia scura

    Info

    Questa pianta dai colori cupi è stata a lungo utilizzata dall’uomo per le sue proprietà terapeutiche.

  • Armeria arenaria Schult. / Spillone lanceolato

    Info

    Il nome comune “spillone” di questa pianta deriva dal suo aspetto: il fusto sottile, con in cima l’infiorescenza tondeggiante, ricorda proprio la capocchia di un grosso spillo.

  • Clematis recta L. / Clematide eretta

    Info

    Pianta dai fiori bianchi, delicatamente profumati.

  • Sanguisorba minor Scop. / Salvastrella minore

    Info

    Pianta spontanea tipica di ambienti incolti, spesso conosciuta come “Pimpinella”.