iten

Ticino Ecomarathon

12 ottobre 2017 » Categories : Attività Rete home page,Non categorizzato »


Far fiorire i fiori dall’asfalto. Piante spontanee e donne emarginate insieme per la Ticino Ecomarathon

La Rete degli Orti botanici della Lombardia rinnova la collaborazione con Lule Onlus in occasione della seconda edizione della Ticino Ecomarathon 2017, organizzata dalla ASD Cannottieri Ticino, prevista per domenica 15 ottobre a Pavia.

Gli atleti riceveranno in omaggio un’elegante bustina, contenente i semi di piante autoctone lombarde coltivate  nell’Orto botanico di Pavia, confezionata dalle mani delle giovani donne vittime di tratte e sfruttamento, accolte all’interno della comunità di accoglienza Lule.

 

Anche quest’anno torna l’appuntamento sportivo di 10 chilometri non competitivo organizzato dalla ASD Cannottieri Ticino lungo il corso del Ticino, dedicato agli amanti della natura. La Rete degli Orti botanici rinnova la sua partecipazione nel patrocinare l’iniziativa Ticino Ecomarathon offrendo una piccola ecosorpresa a tutti i corridori che domenica 15 ottobre correranno lungo le sponde del fiume, su sentieri e mulattiere, con partenza e arrivo a Pavia.

Nella confezione contenente gli omaggi per i partecipanti sarà presente anche una busta, decorata con un’elegante acquarello, contenente i semi di piante autoctone lombarde coltivate nell’Orto Botanico di Pavia confezionate dalle giovani donne vittime di tratta e sfruttamento del territorio milanese e pavese, accolte all’interno della comunità di accoglienza Lule. La busta di semi è una vera e propria bomba di biodiversità, un’idea che nasce dal progetto “SEMI ami Piantami” promosso dalla Rete degli orti botanici per la conservazione e diffusione delle piante spontanee.

Lule Onlus (http://www.luleonlus.it/) da oltre 20 anni è vicina ai bisogni degli invisibili e ad oggi ha aiutato 5.000 bambini, 15.000 adulti e oltre 2.000 donne in situazione di fragilità dovuta alla migrazione, allo sfruttamento e alla disabilità. In particolare Lule è attiva nel contrasto alla tratta di esseri umani a scopo di sfruttamento sessuale.

Lule significa “fiore” in albanese, indicando la fragilità e la bellezza delle persone che la comunità accoglie. La Rete degli Orti botanici allo stesso modo preserva la bellezza di un ecosistema ricco ma talvolta minacciato anche a causa della presenza di specie aliene invasive.

La collaborazione in occasione della Ticino Eco Marathon è l’occasione per ribadire il messaggio metaforicamente condiviso da entrambe le realtà di “far fiorire i fiori dall’asfalto” , favorendo la biodiversità negli spazi urbani, nei giardini e nei parchi per la Rete e salvare giovani vite dalla strada per Lule.

Chi si presenterà al ritrovo alle 9,30 presso Strada del Canarazzo 15 a Pavia con una maglietta rosa, potrà partecipare all’iniziativa portando metaforicamente il segno di Lule Onlus lungo il Ticino.

Maggiori informazioni sul progetto di inlcusione sociale organizzato dalla Rete degli Orti botanici insieme a Lule Onlus sono reperibili in questo video: https://www.youtube.com/watch?v=a4Yy7Ykz1R8.


Per info sul progetto SEMI ami piantami e scoprire quali sono le specie autoctone, consultare il sito della Rete degli Orti Botanici della Lombardia al seguente link: http://reteortibotanicilombardia.it/semiami-piantami/.
Per informazioni sull’evento sportivo: www.ticinoecomarathon.it.